La Covid e il buffone di Nietzsche

Due parole sulla Covid.

– Tra marzo e aprile ho avuto il dispiacere di provare di persona cosa significhi avere la Covid, anche se in forma non tale da richiedere il ricovero in ospedale. Ne ho scritto qui: https://storieanomale.com/2020/06/16/nel-limbo-psichico-della-probabile-covid/.

– A chi dice cose tipo “Si tratta solo di un’influenza solo un po’ più forte di quella comune” faccio notare che sarebbe come se qualcuno gli desse una sberla, anticipando ogni sua reazione dicendogli che “Si è trattato solo di una carezza solo un po’ più forte di quella comune”. Due anni fa ho avuto la “classica” influenza e vi garantisco che si tratta di due malesseri nettamente distinti.

– Il SARS-CoV-2 rappresenta “un nuovo ceppo di coronavirus, mai identificato prima nell’uomo” [https://www.iss.it/coronavirus]. Questo significa che, pur appartenendo al ceppo che causa l’influenza, il SARS-CoV-2 è qualcosa che abbiamo cominciato a conoscere, scienziati compresi, da pochissimo tempo. Qualcosa che, almeno in parte, appartiene ancora a un mondo ignoto.

– Coloro che fanno il conteggio dei morti per Covid, paragonandolo al numero di persone morte per altre cause, non hanno capito il dato fondamentale, che rende questa pandemia (pandemia, ci siete?) qualcosa di gravissimo. Il SARS-CoV-2 si diffonde in modo massivo, veloce e incontrollabile, a meno che non si prendano misure di sicurezza che ormai tutti conosciamo ma che molti imbecilli non hanno rispettato né rispettano.

– Questa caratteristica del SARS-CoV-2 ha creato e rischia di creare ancora disastri enormi nel mondo del lavoro e, quindi, nell’economia di ogni nazione colpita dal virus.

– Quindi, chi, garrulo e strafottente, si lancia in tonte affermazioni contro le regole anti-Covid, esibisce in realtà una potenziale volontà di morte: delle persone, del Paese e di quelle che dovrebbero essere le basi del vivere civile.

E, per quanto dimostri stupidità e ignoranza, va preso molto sul serio e considerato un pericolo. Come ha scritto Nietzsche:

“Strana è l’esistenza umana e tuttora senza senso: un buffone può esserle fatale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.